sabato 23 aprile 2011

Invenzione: La leggenda di Ts'ai Lun

L'invenzione della carta segnò una delle più fulgide pietre miliari nella storia della civiltà umana; questa scoperta è universalmente attribuita ad un funzionario nella corte dell'imperatore cinese di nome Ts'ai Lun, intorno al 150 d.C.. Si narra che Ts’ai Lun si trovava sulle rive di uno stagno accanto ad una lavandaia che stava sciacquando nell’acqua alcuni panni piuttosto logori, i quali mal soffrendo l’azione di strofinio e di sbattitura, si sfilacciavano e le fibrelle galleggianti sull’acqua andavano a riunirsi in una piccola insenatura ai piedi di Ts’ai Lun. Sul pelo dell’acqua si formò un velo di fibrelle che egli raccolse e pose a seccare sull'erba. Il foglio acquisì una certa consistenza e gli diede la grande idea: quel foglio poteva ricevere la scrittura. La diffusione della carta dal suo luogo di origine attraverso il mondo, fu relativamente veloce, e grazie alle sue peculiari qualità ebbe molto successo tanto da sostituire il papiro.

Nessun commento:

Posta un commento